Bitcoin

La tensione si fa sentire: Bitcoin Cash si dirige verso un’altra forchetta „catastrofica“?

Nonostante le tensioni tra gli sviluppatori di Bitcoin Cash per l’algoritmo di difficoltà del protocollo, sembra improbabile che si verifichi un’altra spaccatura a catena.

La comunità Bitcoin Cash (BCH) è divisa sull’opportunità o meno di cambiare l’algoritmo di aggiustamento della difficoltà della criptovaluta, con un recente incontro degli sviluppatori che si è concluso con l’assalto dei partecipanti all’evento.

Il 4 agosto, Chris Pacia, lo sviluppatore principale del mercato peer-to-peer di OpenBazaar e uno sviluppatore volontario di BCH, ha twittato che „più persone escono dall’incontro perché non è stato raggiunto un consenso sull’opportunità di modificare l’algoritmo di aggiustamento della difficoltà di Bitcoin Cash.

Il co-fondatore dell’Ethereum Vitalik Buterin ha twittato in risposta che non capisce che con le persone di BCH „si preoccupano così tanto“ dato che „il vostro algo va bene così com’è“ e ha aggiunto:

„Sarò onesto; essere ottimista sul fatto che lo sviluppo di BCH migliorerà una volta che avranno tirato fuori Craig [Wright] è sicuramente una delle mie peggiori previsioni“.

Alcuni rapporti indicano che le crescenti tensioni sull’algoritmo di difficoltà possono portare a un’ulteriore divisione della catena BCH. Hayden Otto, l’onesto sostenitore australiano di BCH, ha twittato: „Continuerò a seguire la catena di Bitcoin Evolution che si sta per spezzare“.

Difficoltà algo disputa è ‚banale‘

Ma parlando con il Cointelegraph, Otto ha detto che il suo tweet era inteso come uno scherzo per „trollare“ coloro che si oppongono agli sviluppatori di ‚Bitcoin ABC‘ di BCH.

Ha minimizzato il significato del disaccordo della comunità come „una questione banale“, ma ha anche detto che „gli operativi nemici che si atteggiano a sostenitori di BCH“ stanno usando l’algoritmo di aggiustamento della difficoltà (DAA) come un problema di cuneo „per creare caos e seminare divisione“:

„Il cambiamento del DAA è stato reso un problema prioritario da poche persone selezionate che vogliono fermare i minatori che giocano il DAA corrente passando grandi quantità [di] hashish da e verso BCH – il che si traduce in tempi di estrazione dei blocchi incoerenti“, ha detto.

„Questo riguarda in realtà solo le persone che stanno depositando in borse che richiedono una quantità inutile di conferme per i depositi, ma non riguarda la stragrande maggioranza delle persone che usano BCH a titolo personale o commerciale, dove sono sufficienti 0 conferme“.

Otto dice che la forchetta è improbabile

Secondo Otto, la Bitcoin ABC ha annunciato una prossima revisione dell’algoritmo di difficoltà che verrà aggiornato il 15 novembre. Tuttavia, egli afferma che coloro che hanno spinto per l’adeguamento rimangono insoddisfatti perché l’aggiornamento proposto da ABC non si spinge così lontano come l’implementazione ‚BCHN‘ che hanno suggerito.

Nonostante il disaccordo, Otto ritiene improbabile una divisione a catena del BCHN, affermando che „il software BCHN non è ampiamente adottato dai minatori“ e quindi i suoi sostenitori „non avranno un voto di maggioranza per ottenere le modifiche desiderate alla data dell’aggiornamento“.

„Ora si affidano alla tattica della „prova dei social media“ nel tentativo di persuadere i minatori e le imprese che gestiscono ABC a capitolare e a passare al software di BCHN“.

„In questo momento tutto questo è solo una messinscena online, ma quando si tratta della data di aggiornamento, non credo che i sostenitori del BCHN seguiranno su qualsiasi cosa. Saranno una catena di minoranza e un’altra divisione sarebbe catastrofica per chiunque segua la catena di minoranza“, ha concluso Otto.